Translate

martedì 28 giugno 2022

IL BUFFET EINAUDI PER IL 248° ANNIVERSARIO DELLE FIAMME GIALLE

Le lezioni sono terminate da qualche settimana all’IIS “L. Einaudi”, ma non i tirocini brevi sul Territorio. Insomma, per gli insegnanti, per gli studenti e per le collaboratrici scolastiche del corso alberghiero di via Borghetto, le vacanze sono ancora lontane. La preside Nicoletta Ferrari ha infatti riaperto i laboratori didattici di cucina e mandato alcuni allievi in via Zara, presso la sede locale della Guardia di Finanza, con l’obiettivo dichiarato di stuzzicare il palato dei finanzieri presenti alla festa organizzata per l'anniversario numero 248 e per il saluto al comandante provinciale Cesare Maragoni, che, subito dopo la prima decade di Luglio, passerà a Biella e cederà il testimone al colonnello Massimo Dell’Anna. Si è trattato di un'impresa titanica, che, tra preparativi ed effettiva realizzazione, ha impegnato per due giorni gli alunni di ben quattro classi (terza e quarta A bar, terza B e quarta C enogastronomia), con la supervisione dei proff. Cristian Fusco, Giuseppe Micocci e Cristian Ruggeri. E la missione è stata compiuta con la lode, in quanto tra show cooking ed il ricco buffet dolce e salato a base di finger food, sfogliato alla parmigiana, crocchette di patate con lonzino cotto a bassa temperatura, mini babà, tiramisù, bignole farcite e tante altre leccornie, le Fiamme Gialle hanno davvero avuto solo l'imbarazzo della scelta ed hanno potuto apprezzare la competenza e la professionalità dei giovani chef in erba. 






lunedì 20 giugno 2022

IIS "L. EINAUDI": PENSIONAMENTI SPECIALI

 Pensionamenti speciali all’IIS “L. Einaudi”. Nei giorni scorsi, sono stati salutati con commozione, durante  l’ultimo collegio online ed in occasione di un rinfresco per la consegna dei regali, consistenti in due orologi da polso, Nadia Tavani, di ruolo dal 2008 nel campo del sostegno agli alunni diversamente abili ed una vera e propria istituzione del mondo scolastico cremonese: il prof. di Diritto Francesco Capodieci. Dopo l'esordio, nel 1982, all'istituto per geometri “P. Vacchelli”, il mitico Capodieci ha trascorso ben trentanove dei suoi complessivi quarant'anni in cattedra nella scuola di via Bissolati, di cui rappresenta una sorta di memoria storica, per averne vissuto ed attraversato in prima persona le diverse gestioni, le vicende salienti e le molteplici trasformazioni. Capodieci si è sempre dedicato con rigore al lavoro: a lui sono state affidate l'elaborazione meticolosa di significativi dati statistici annuali su promozioni, bocciature, giudizi sospesi ed esiti dell’Esame di Stato e la rassegna stampa, per l’archiviazione degli articoli sull’Einaudi, apparsi sui quotidiani e sui settimanali locali. Non vederlo più nei corridoi con la borsa di pelle consunta ed il quaderno a ganci zeppo di appunti e di ritagli di giornale sarà triste per il personale e per gli allievi. La preside Nicoletta Ferrari l'ha sottolineato con parole informali ed affettuose: “Grazie per la vostra dedizione e per la vostra professionalità: ci mancherete”. Gli attestati di stima sono piovuti copiosi, nel più recente impegno a distanza, la cui chat è stata letteralmente intasata e travolta dai messaggi di commiato dei colleghi. Capodieci si abbandona volentieri ai ricordi: “Quando arrivai, nell'ottobre 1983, gli studenti erano circa seicento, le classi poco più di venti e tutte  nell'unica sede centrale di via Bissolati, ove l’Einaudi si era trasferito, dopo essere stato nell’edificio che ospitava il Liceo classico "D. Manin" e l'ex scuola media "Guido Grandi". Per gli incontri collegiali, bastava la sala insegnanti. Allora c'erano i corsi biennali per stenodattilografi ed applicati ai servizi amministrativi e quelli triennali per addetti alla segreteria ed alla contabilità d'azienda; solo nel 1983 ne nacque anche uno post qualifica per analisti contabili, finalizzato al conseguimento della maturità.  Ho conosciuto molti presidi: da Giovanni Pellicioni a Dirce Armanni, da Franco Verdi a Carmine Filareto sino alla dirigente Nicoletta Ferrari, attualmente al timone. Durante la presidenza più che ventennale di Verdi, vennero attivati i cinque indirizzi di studio professionali e tecnici odierni (commerciale, sociosanitario, alberghiero, turistico, grafico) e si resero necessarie le succursali, cambiate nel tempo: dapprima un'ala dell'elementare "L. Bissolati", poi l' "Anguissola", il Palazzo Soldi, l'ex media "A. Campi" di via Palestro, le ex "Dorotee" di via Borghetto ed il Palazzo Ghisalberti, in via Milano. Purtroppo, con notevole rammarico, la mia lunga carriera termina qui”. Ma ci sarà più spazio per gli hobbies: Nadia Taviani potrà godersi qualche nuovo viaggio avventuroso in camper col marito Placido Duca, mentre Francesco Capodieci seguirà con passione gli appuntamenti concertistici cittadini e cercherà di dare il suo contributo ad alcune associazioni di volontariato del Territorio.





domenica 12 giugno 2022

World blood donor day

 Il “World blood donor day”, ovvero la Giornata mondiale del donatore di sangue 2022, per Cremona, si è svolta anche quest'anno presso l'auditorium Osvaldo Goldani, in via Massarotti, con la partecipazione dell'IIS “L. Einaudi”. Come da tradizione, gli organizzatori hanno infatti chiesto la collaborazione della preside Nicoletta Ferrari, che ha mandato gli studenti di quarta A bar ed il docente di sala Dionisi Zoppi per curare il buffet ed il servizio della cerimonia di premiazione. Nel corso dell'evento di domenica mattina, il presidente dell’AVIS comunale Giuseppe Scala ha consegnato i distintivi in oro e rubino a chi ha effettuato settantacinque donazioni. “Unisciti a noi e salva delle vite”, questo lo slogan della manifestazione, alla quale sono state invitate tante autorità locali e regionali. Da segnalare gli interventi del professore Angelo Rescaglio, direttore de “Il dono del sangue ” e del dottor Alberto Rigolli, ginecologo dell'ASST cremonese e membro del consiglio “Medici con l'Africa CUAMM”.



giovedì 9 giugno 2022

L'EINAUDI IN PIAZZA DEL COMUNE PER IL BUFFET DELLA FESTA DELL'ARMA

Gli alunni delle classi quinta B enogastronomia e quarta A sala, le due specializzazioni del corso alberghiero dell'IIS "L. Einaudi", hanno preso per la gola i carabinieri cremonesi, che, il 6 Giugno, hanno festeggiato la festa dell'Arma. Con l'aiuto dei proff. Cristian Fusco, Giuseppe Micocci e Dionisi Zoppi, gli studenti hanno infatti dato mano ai fornelli per allestire un buffet dolce e salato con i colori della bandiera italiana, in cui spiccavano focacce, pizze, finger e tiramisù rivisitati per l'occasione, tartellette alla frutta, bonet, maritozzi e diplomatici. Alla cerimonia, che si è svolta in piazza del Comune, ha partecipato anche la preside Nicoletta Ferrari, sul palco delle autorità, in rappresentanza della scuola di via Bissolati.
















domenica 5 giugno 2022

L'Einaudi a tu per tu con l'Agenzia delle Accise, delle Dogane e dei Monopoli

 In chi ha varcato i confini nazionali è sicuramente  sorta qualche domanda sull'attività delle dogane, sulla sua evoluzione in seguito all'introduzione delle nuove tecnologie, sui controlli, sulle strategie attuate ai confini, per smascherare comportamenti e traffici illeciti. Per tale motivo, i docenti del corso commerciale dell'IIS “L. Einaudi” e la loro referente Anna Adele Fioretti, di comune accordo con la preside Nicoletta Ferrari, hanno ritenuto necessario approfondire la tematica, tramite un incontro ad essa dedicato. L'opportunità è stata riservata agli studenti di prima Ac, che, quest'anno, hanno conosciuto anche la Camera di commercio cremonese e molti altri enti locali del comparto. La responsabile della SOT locale Roberta Di Noia e l'esperto informatico Gianluca Gallo dell'Agenzia delle Accise, delle Dogane e dei Monopoli di Cremona hanno guidato i ragazzi alla scoperta della loro realtà lavorativa, riuscendo a suscitare interesse e coinvolgimento. Patrizia Cattani, insegnante di Economia aziendale, commenta: “Siamo entusiasti. L'intervento è stato calibrato sui giovani interlocutori, che hanno seguito con grande attenzione ed hanno posto tante domande sulle parti che li hanno maggiormente incuriositi, come, per esempio, quella  incentrata sulle ispezioni effettuate su camion e rimorchi. A noi professori è stato lasciato del materiale informativo, che useremo nelle prossime lezioni”. E, visto il successo, l'esperienza avrà un seguito: nel prossimo anno scolastico, s'intende programmare un’uscita didattica in loco. Gli alunni visiteranno gli uffici e vedranno il personale all'opera, al fine di toccare con mano quanto finora conosciuto solo in teoria.





sabato 4 giugno 2022

EINAUDI, ZUCCHI ED IPER COOP INSIEME NEL PROGETTO "UN FILO D'OLIO"

 Oleificio Zucchi, Coop Lombardia, Comitato soci di zona Cremona, Bussola Piacenza, le classi quarte del corso alberghiero dell'IIS L. Einaudi, ThisAbility, Anffas e Cooperativa sociale Pandora hanno collaborato al progetto inclusivo “Un filo d'olio”, per educare al consumo consapevole. Gli alunni sono stati impegnati per sedici ore complessive. Alla fase teorica focalizzata sulle implicazioni relazionali del cibo, sono seguite alcune visite aziendali alla Zucchi, a completamento di quanto imparato negli incontri in classe. Successivamente, è stato il momento delle degustazioni, con le dottoresse blendmaster Francesca Tiberto ed Annalisa De Luca, e dell'intervento interattivo, a cura del responsabile marketing Matteo Cavallari. L’ultimo step dell'iniziativa si è svolto all’iper Cremona Po, dove gli studenti dell'Einaudi ed i ragazzi di ThisAbility, con l'affiancamento di un esperto Zucchi, hanno fatto una spesa simulata, hanno intervistato i clienti, scegliendo la modalità preferita ed hanno fornito ricette e consigli su come usare il condimento mediterraneo per eccellenza. Le attività hanno trattato anche il tema dell’etichettatura ed hanno sensibilizzato sul mercato equo solidale e sulla sostenibilità sia ambientale che lavorativa, con un occhio di riguardo al terzo mondo, fronte sul quale la Coop e la Zucchi sono attive con una certificazione a tutela dei lavoratori locali. Maria Elena Fedeli, professoressa di Scienze degli alimenti e Massimiliano Ruscelli, docente di cucina spiegano: “È stata un’esperienza altamente formativa, con agganci al programma vero e proprio e con risvolti legati all’educazione civica”.


Gli alunni delle classi quinta B enogastronomia e quarta A sala, le due specializzazioni del corso alberghiero dell'IIS "L. Einaudi", hanno preso per la gola i carabinieri cremonesi, che, il 6 Giugno, hanno festeggiato la festa dell'Arma. Con l'aiuto dei proff. Cristian Fusco, Giuseppe Micocci e Dionisi Zoppi, gli studenti hanno infatti dato mano ai fornelli per allestire un buffet dolce e salato con i colori della bandiera italiana, in cui spiccavano focacce, pizze, finger e tiramisù rivisitati per l'occasione, tartellette alla frutta, bonet, maritozzi e diplomatici. Alla cerimonia, che si è svolta in piazza del Comune, ha partecipato anche la preside Nicoletta Ferrari, sul palco delle autorità, in rappresentanza della scuola di via Bissolati.