Translate

giovedì 10 giugno 2021

MISTERI ACCESSIBILITà LIUTERIA: IL PROGETTO DI IIS L. EINAUDI E CrArT PRESENTATO ONLINE

"Misteri accessibilità e liuteria, tre percorsi alla scoperta della città di Cremona" è il titolo dell'evento finale online, avvenuto sabato e curato dall'Istituto "Luigi Einaudi", guidato dalla preside Nicoletta Ferrari, e dal CrArT (Cremona Arte Turismo) di Tommaso Giorgi. L'iniziativa ha presentato al pubblico numerosi itinerari culturali effettuabili sul territorio. Protagonisti sono stati gli alunni delle classi terza, quarta e quinta A turistico, con il supporto dei compagni delle terze A e B del corso grafico, coordinato da Michela Balzarini, che si sono occupati della creazione digitalizzata delle immagini promozionali, da utilizzare sui social. Ogni classe ha seguito un proprio filone, con l'obiettivo di conferire risalto ad alcuni nuclei essenziali, con un occhio di riguardo all'inclusione. Sui profili Facebook ed Instagram del CrArT, sono stati pubblicati post accattivanti, con notizie e curiosità sui segreti e sui misfatti “del biscione e dell’aquila”, ovvero delle famiglie Visconti e Sforza. Sono inoltre stati studiati e proposti ben quattro tragitti, in grado di soddisfare le esigenze delle persone con difficoltà motorie ed un tour virtuale, interamente dedicato al celeberrimo liutaio Antonio Stradivari, storico vanto locale, di imperitura fama internazionale. 


Gli allievi sono stati seguiti dalle docenti di Lettere Monica Parrella (responsabile del progetto), di Francese Lucrezia Mangano, di Sostegno Marina Dizioli, di Laboratori tecnici Vittoria Attianese e Veronica Orlando, con il prezioso quanto insostituibile apporto dell'assistente pratica Stefania Antonioli. Per il CrArT, insieme a Giorgi, vanno menzionate Elena Poli, Anna Adami e Serena Carpaneto. Monica Parrella, referente dell'indirizzo turistico, spiega: "Il project work, che, quest'anno, ha sostituito l'alternanza scuola-lavoro, è stato fondamentale per far conoscere ai ragazzi, che, pure, ci abitano, una città per tanti versi a loro sconosciuta. Ne hanno compreso le risorse da valorizzare ed individuato i limiti da abbattere, per favorirne la fruizione da parte di tutti. I vari snodi dell’attività hanno insegnato agli studenti la collaborazione tra pari, con gli insegnanti e con un'associazione esterna".

Nessun commento:

Posta un commento