Translate

mercoledì 20 gennaio 2021

GRADISCE UN BAROLO? LA LEZIONE DEL SOMMELIER LUCA AMATO

“Gradisce un Barolo?”. All'IIS “L. Einaudi”, sbarca l'eccellenza. Si è svolto ieri il webinar di due ore con Luca Amato, sommelier del vino e dell'olio del cinque stelle lusso “Santa Caterina” di Amalfi, dove Chiara Ferragni ha effettuato il servizio fotografico, con cui ha pubblicizzato un prestigioso marchio di calzature. Il giovane intenditore, salernitano doc, classe 1982, vanta competenze e pedigree d'eccezione, che non ha esitato a mettere al servizio degli allievi dell'indirizzo enogastronomico, in qualità di ospite della preside Nicoletta Ferrari. A fare da tramite, tra lui egli alunni, è stato il professore di salabar Cristian Ruggeri, che ha voluto coinvolgere l'amico e collega nella didattica, in virtù di un'esperienza giovanile comune, presso il quotatissimo “Badrutt's Palace Hotel” di San Moritz, in Svizzera, dal quale sono passati sceicchi, politici, sportivi ed imprenditori di successo: da Gianni Agnelli a Nicola Pietrangeli ed Ottavio Missoni. Grazie all'intervento di Amato, gli studenti hanno avuto un'anticipazione su quello che li attenderà alla fine degli studi, al di fuori delle pareti scolastiche. Prima della pandemia, non ci si sarebbe neppure messi a pensarlo, perché tutto avveniva in presenza. Adesso, invece, i chilometri non contano più: ci si collega online. La nuova normalità è l’onLIFE, per cui ci si incontra, si impara, si insegna a distanza, davanti allo schermo di un computer. Ruggeri spiega: “Ho approfittato di questo periodo particolare, in cui tante strutture ricettive sono chiuse a causa delle restrizioni sanitarie, per invitare un professionista di grande calibro e farlo interagire con la nostra utenza”. È molto emozionato Luca Amato, che dichiara: “Ho frequentato anch’io un istituto alberghiero ed ho dialogato volentieri con i ragazzi, ai quali ho raccontato le mie esperienze nazionali ed internazionali. L'Italia dispone di un patrimonio enogastronomico invidiabile: si può mangiare e bere, scegliendo prodotti tipici straordinari dalla Valle d'Aosta alla Sicilia. Uno stesso vino possiede sfaccettature ed aromi differenti, a seconda della regione di provenienza: questo mi ha sempre affascinato e mi ha spinto ad entrare nel mondo della sommelleria, che vivo con grande passione. Spero che l'amicizia che si è creata lungo l’asse Cremona-Amalfi, grazie alla videolezione di oggi, possa sfociare in nuove collaborazioni future”. Durante l'incontro, Amato ha ripercorso le principali tappe della propria carriera, ha spiegato come si diventa degustatore ed ha infine affrontato un interessante capitolo tecnico, per illustrare al giovane pubblico i più azzeccati abbinamenti tra cibo e il vino, lasciando ampio spazio alle domande ed all'interazione.




Nessun commento:

Posta un commento