Translate

lunedì 29 aprile 2019

ALTRIMENTI SCUOLA


Può un buon ragù arginare il fenomeno della dispersione scolastica? La risposta è “sì”, senz’ ombra di dubbio. E pare che lo stesso potere appartenga anche a bigné, spiedini, risotti e chi più ne ha più ne ha più ne metta. Però, a cucinare, devono essere gli studenti delle medie inferiori cremonesi, durante lezioni ad hoc, targate IIS “Luigi Einaudi”. 

Alla presenza della dirigente Nicoletta Ferrari e della vice Federica Gaboardi, si è svolta la restituzione del progetto “Altrimenti scuola”, finanziato dalla Regione e rivolto agli alunni under 13 degli istituti della provincia, per favorire la prosecuzione dei loro studi alle superiori. È stata una grande festa, con un buffet luculliano, a conclusione di un percorso didattico quanto meno originale e certamente significativo in termini di orientamento scolastico. In cattedra, sono saliti i docenti di cucina Cristian Fusco e Giuseppe Micocci. Dieci gli incontri, di tre ore ciascuno. Dopo le presentazioni, utili per creare un clima di collaborazione, sono stati introdotti alcuni rudimenti di igiene, di sicurezza e la spiegazione dei cardini dell’ HACCP. Ai ragazzi sono stati successivamente mostrati i laboratori e le attrezzature. Si è poi entrati nel vivo, con una parte dimostrativa ad opera degli insegnanti ed una pratica, in cui gli allievi si sono messi in gioco ai fornelli. Ricco il programma, che ha spaziato dalle salse ai primi piatti, dai secondi ai lievitati dolci e salati. E non è stato tralasciato il servizio in sala, col supporto dei compagni più grandi, che hanno dato istruzioni e collaborato con i più piccoli, alle prime armi.



Nessun commento:

Posta un commento