Translate

lunedì 29 aprile 2019

ALTRIMENTI SCUOLA


Può un buon ragù arginare il fenomeno della dispersione scolastica? La risposta è “sì”, senz’ ombra di dubbio. E pare che lo stesso potere appartenga anche a bigné, spiedini, risotti e chi più ne ha più ne ha più ne metta. Però, a cucinare, devono essere gli studenti delle medie inferiori cremonesi, durante lezioni ad hoc, targate IIS “Luigi Einaudi”. 

Alla presenza della dirigente Nicoletta Ferrari e della vice Federica Gaboardi, si è svolta la restituzione del progetto “Altrimenti scuola”, finanziato dalla Regione e rivolto agli alunni under 13 degli istituti della provincia, per favorire la prosecuzione dei loro studi alle superiori. È stata una grande festa, con un buffet luculliano, a conclusione di un percorso didattico quanto meno originale e certamente significativo in termini di orientamento scolastico. In cattedra, sono saliti i docenti di cucina Cristian Fusco e Giuseppe Micocci. Dieci gli incontri, di tre ore ciascuno. Dopo le presentazioni, utili per creare un clima di collaborazione, sono stati introdotti alcuni rudimenti di igiene, di sicurezza e la spiegazione dei cardini dell’ HACCP. Ai ragazzi sono stati successivamente mostrati i laboratori e le attrezzature. Si è poi entrati nel vivo, con una parte dimostrativa ad opera degli insegnanti ed una pratica, in cui gli allievi si sono messi in gioco ai fornelli. Ricco il programma, che ha spaziato dalle salse ai primi piatti, dai secondi ai lievitati dolci e salati. E non è stato tralasciato il servizio in sala, col supporto dei compagni più grandi, che hanno dato istruzioni e collaborato con i più piccoli, alle prime armi.



mercoledì 3 aprile 2019

CORSO ALBERGHIERO AL SISSI DI MERANO

Una trasferta a Merano, per carpire tutti i segreti dell’ enogastronomia locale. La seconda A ristorazione dell’Istituto “Luigi Einaudi”, insieme ai professori di cucina Cristian Fusco e di salabar Antonio Citro, si è recata nel “profondo” Nord, in missione speciale. La prima tappa è stata effettuata presso il ristorante “Sissi”, che si è guadagnato una stella Michelin. Obiettivo dichiarato: incontrare lo chef Andrea Fenoglio. E le aspettative non sono andate deluse. Il professionista ha raccontato la sua storia ed ha spiegato gli elementi alla base della ricetta più importante, quella in grado di preparare un buon cuoco. Questo mestiere richiede la capacità di abbinare i vari elementi, esige sensibilità, creatività, disponibilità alla sperimentazione tecnologica ed ad un' incessante ricerca di  materie prime di qualità. Occorre inoltre far ruotare tutto intorno al cliente, al quale va servito un prodotto gradevole al gusto, al tatto ed alla vista, curato e realizzato in modo attento ed accattivante. Fenoglio ha inoltre mostrato i suoi fornelli, il sancta sanctorum del suo tempio enogastronomico, ha presentato gli spaghetti omega 3 ed ha deliziato gli studenti con uno shot di pizza liquida, che ha sorpreso anche i più tradizionalisti per il suo ottimo sapore. La giornata si è conclusa alla scuola alberghiera “Ritz”, per uno scambio di esperienze e di conoscenze ed un confronto nei laboratori didattici. Gli alunni di prima hanno offerto agli ospiti cremonesi un pranzo cucinato a regola d’arte.





DAL LITIGIO ALLA MEDIAZIONE

Le classi seconda e terza A con indirizzo socio sanitario dell'istituto “Luigi Einaudi”, insieme alla docente di scienze motorie Daniela Corsi, hanno coinvolto le scuole elementari di Sesto Cremonese e di Bonemerse, in due progetti, che, attraverso l’animazione, hanno veicolato gli strumenti per gestire le tensioni nell’ambito dei rapporti interpersonali ed alcuni elementi di educazione alla cittadinanza. Studenti e bambini hanno effettuato giochi di ruolo, per individuare comportamenti improntati alla rabbia ed al litigio ed atteggiamenti di mediazione e di riappacificazione. I ragazzi hanno utilizzato le bandiere dei vari Paesi del mondo per insegnare, in maniera alternativa e divertente, i valori alla base della Costituzione.