Translate

martedì 19 marzo 2019

SUPEREROI E NON

 


A volte, i destini dell'astronomia e del fumetto si intrecciano. È successo alla mostra “Supereroi e non”, allestita, negli spazi di “Santa Maria della Pietà”, dal “Centro Andrea Pazienza”, in collaborazione con il Comune di Cremona. All'originale appuntamento, non potevano mancare, a più riprese, le classi dell'indirizzo grafico dell’Istituto “Luigi Einaudi”, che hanno inserito l’esperienza nel monteore propedeutico all’ alternanza scuola lavoro. I ragazzi sono stati accolti dal curatore Michele Ginevra, che ha illustrato contenuti e finalità dell' evento e, in un'occasione, anche da Adrian Fartade, attore teatrale e divulgatore scientifico. Con lui, si è parlato del primo allunaggio e delle diverse figure professionali, che ruotano intorno al mondo degli enti spaziali. Tra di esse, a sorpresa, figurano, in effetti, anche pubblicitari, fotografi e grafici. Gli allievi hanno toccato un pezzetto di materiale lunare. Si sono poi fatti immortalare in una foto, che sarà custodita in una “capsula del tempo”, che li renderà visibili in un futuro molto lontano, proprio come accade alle stelle. Fartade ha infatti spiegato che tanti degli astri che noi possiamo ancora osservare sono, in realtà, già morti. Con Ginevra, oltre a questioni tecniche come formati e codici fumettistici, gli studenti hanno parlato delle interessanti interazioni riscontrabili tra le vignette ed alcune scoperte e paure collettive come la radioattività, il DNA e gli OGM, che fanno spesso presa sulla fantasia degli illustratori fino a fornire loro lo spunto 
ispiratore per la creazione e l'evoluzione di tanti personaggi in grado di appassionare i lettori. Un esempio su tutti, Spiderman. In conclusione, dopo il divertente laboratorio, in cui gli alunni hanno impugnato matite e colori, ci si è scatenati in un tripudio di selfies, accanto alla statua di Superman a grandezza naturale.

Nessun commento:

Posta un commento