Translate

domenica 23 dicembre 2018

Siamo tutti mendicanti

Dopo il successo della prima, svoltasi a metà dicembre, presso il Monteverdi di via Dante, alla presenza del vescovo Antonio Napolioni, del sindaco Gianluca Galimberti e della preside Nicoletta Ferrari, lo spettacolo “Siamo tutti mendicanti”, con la regia di Fabrizio Caraffini di Teatro itinerante, torna l’11 e il 14 gennaio, con repliche per le medie inferiori e superiori, prenotabili, sin d'ora, all’indirizzo email associazione.giorgia@gmail.com. L'iniziativa si inserisce nel progetto LAIVin, che ha finanziato, tramite la Fondazione Cariplo, 45 scuole su un totale di 99 partecipanti. Essa conclude inoltre le attività relative al percorso “Le parole di don Primo”, cui hanno collaborato il Comune e la Diocesi di Cremona, il Centro fumetto Andrea Pazienza e la Fondazione Don Primo Mazzolari. Sul palco, le emozioni e le suggestioni scaturite dalla sinergia tra la Compagnia Intrecci di Associazione Giorgia e gli alunni della quarta A socio sanitario dell’Istituto “Luigi Einaudi”. Come spiega la docente referente Daniela Corsi: “Si è trattato di un laboratorio di teatro integrato, con l'obiettivo di far interagire persone diversamente abili e normodotate”. La pièce si ispira ad uno dei testi più celebri e ricchi di significato di Don Primo Mazzolari, ovvero “La più bella avventura”, da cui sono state tratte letture, affidate all’attore e docente Federico Benna. Tra le tematiche affrontate, alcuni tra gli insegnamenti più cari al sacerdote di Bozzolo, quali la povertà, l’accoglienza, la
necessità di superare le chiusure e le barriere, che dividono gli uomini.






Nessun commento:

Posta un commento