Translate

venerdì 27 aprile 2018

IL TROFEO CIRMI PROGETTATO DA SOFIA ROTONDI VINCE IL CONCORSO FOI

La bravissima e creativa Sofia Rotondi di quarta A tecnico grafico dell'istituto “L. Einaudi” è la vincitrice del concorso interno bandito dalla Foi (Federazione ornicoltori italiani), per la progettazione del “Trofeo Cirmi”, da utilizzare in memoria del presidente onorario Salvatore Cirmi, scomparso nel 2017 e rappresentato, in questa occasione, dalla figlia Annalisa. La premiazione è avvenuta, tra gli applausi ed i complimenti di tutti i responsabili regionali, presso la sede di Piacenza, ad opera di Antonio Sposito, massima carica dell'ente. L'alunna è stata accompagnata dalle insegnanti di indirizzo Vittoria Attianese e Michela Balzarini e dalla vicepreside Federica Gaboardi, che ha portato i saluti della dirigente Nicoletta Ferrari. Per la scuola, un assegno di mille euro, da spendere in attrezzatura didattica per il corso, che ha raccolto l’ennesima sfida, nell' ambito di una collaborazione ormai consolidata.




mercoledì 18 aprile 2018

MACELLAI PER UN GIORNO

Macellai per un giorno. Gli allievi delle quinte A e B enogastronomia dell’Istituto “Luigi Einaudi” hanno effettuato una lezione pratica sui vari tagli di carne. La dimostrazione si è svolta, presso il laboratorio della sede di via Borghetto. Vi hanno partecipato anche i docenti di cucina e di sala Giuseppe Micocci, Massimiliano Ruscelli e Antonella Strafezza. L’ esperienza è stata resa possibile dall’ ormai consolidata collaborazione con un ex studente, Alberto Bonali, titolare dell’omonima macelleria di Quinzano d’Oglio. I ragazzi hanno dato mano ai coltelli, per imparare a distinguere, per esempio, la fesa dal filetto ed hanno poi scaldato fornelli e padelle, per assaporare la singolare quanto gustosa… materia di studio.



martedì 17 aprile 2018

IIS "L. EINAUDI" A SOSTEGNO DI TELETHON ED AVIS


Sabato, gli studenti dell’Istituto “Luigi Einaudi” hanno collaborato alla riuscita della serata benefica, organizzata da “Telethon Cremona” e presentata da Michelangelo Gazzoni, presso il teatro “Claudio Monteverdi”. Cinque allievi delle quarte A e B salabar, coadiuvati dall'infaticabile professor Dionisi Zoppi, hanno servito l’aperitivo e gestito il goloso e ricco buffet preconcerto. A seguire, l’applauditissima esibizione dei “Soft Live Music” (Mara Conserva, Beppe Corbari, Francesco Badalotti, Ivano Monteverdi, Ivano Paroli e Giuseppe Zignani) e dei ragazzi del maestro Giuseppe Donzelli, che hanno intrattenuto il pubblico, con pezzi anni Sessanta e Settanta. La settimana scorsa, per sei alunni di terza A bar ed il loro insegnante, missione analoga al rinfresco della sede Avis di via Massarotti, a conferma della disponibilità e dell' apertura della scuola alle iniziative del territorio, all'insegna della solidarietà e del sociale.




INCONTRO SULLA SICUREZZA STRADALE

Incontro sulla sicurezza stradale, per i neopatentati di quinta tecnico grafico dell’Istituto “Luigi Einaudi”. Perché il benessere, a scuola, si declina anche con la guida responsabile. Per questo motivo, l'iniziativa, promossa dalla Questura di Cremona, rientra, a pieno titolo, nel macro contenitore, denominato “Progetto Salute”, coordinato dalla referente Giulia Beduschi. E si è trattato anche di educazione alla cittadinanza attiva, in quanto, come ha spiegato l’assistente capo Matteo Mennella, citando Edmondo De Amicis: “La civiltà di un popolo si giudica dal contegno tenuto per strada”. Agli studenti sono stati sottoposti dati, test multitasking sull’attenzione e spot pubblicitari sulla tematica trattata. È stata inoltre sottolineata l’importanza dell’uso delle cinture, che rappresentano un autentico salvavita. E sono stati richiamati i rischi connessi all'alta velocità, all’uso di sostanze e telefoni, mentre si è al volante. Impressionanti, da vero e proprio bollettino di guerra, sono, in effetti, i numeri relativi agli incidenti: nel 2016, in Italia, si sono registrati 175791 sinistri con lesioni alle persone, 3283 morti e 249175 feriti. I ragazzi sono rimasti colpiti dalla passione per la professione e dall’umanità dimostrate dal relatore, che, nel raccontare vicende e disgrazie, ha sempre chiamato le vittime, col nome di battesimo.


domenica 15 aprile 2018

SCAMBIO CON LA GERMANIA


Tempo di scambi per gli studenti dell'indirizzo turistico dell’Istituto “Luigi Einaudi”, che, dopo essere stati in Germania, in marzo, con le docenti Daniela Balzarini e Lucrezia Mangano, stanno ospitando i compagni stranieri, in partenza la prossima domenica. I nostri ragazzi, in tutto tredici, di quarta e quinta, hanno soggiornato a Wuppertal, nel Nordreno- Westfalia, per frequentare il liceo “Gymnasium am Kothen”. La cittadina in questione è nota per la Schwebebahn, una funicolare fuori terra, che la attraversa, rimanendo sospesa, sul fiume Wupper. Costruita agli inizi del ‘900, l'infrastruttura è rimasta unica al mondo, nel suo genere. Tra le attività svolte, da segnalare le escursioni allo zoo ed al trampolinpark locali, la visita a Düsseldorf, al Duomo ed al Museo del cioccolato di Colonia. Nella fase italiana, i giovani tedeschi hanno già conosciuto la scuola internazionale di liuteria, sono stati nel centro storico cittadino, al Museo del Violino e sono saliti sul Torrazzo. Hanno inoltre effettuato una crociera sull' Adda, con tappa a Pizzighettone ed una gita a Desenzano e Sirmione, sul Lago di Garda. E non sono mancate le pizzate e le uscite con le famiglie coinvolte nell’importante progetto formativo, che abbina apprendimento e divertimento, con una significativa ricaduta linguistica, sul bagaglio culturale degli alunni, aderenti alla consolidata iniziativa.





sabato 14 aprile 2018

CONCLUSIONE DEL PROGETTO "ALCOOL, DROGHE SOSTANZE PSICOTROPE" CON SERD E PREFETTURA

Prefettura e Serd (Servizio dipendenze) sono entrati nell’Istituto “Luigi Einaudi”, per sensibilizzare sui temi dell’alcool, delle droghe e delle sostanze psicotrope. Giovedì,  in aula magna, i ragazzi hanno presentato i prodotti (video, cartelloni, osservazioni, proposte), realizzati a conclusione dell’esperienza.  L'intervento ha puntato principalmente sulle conseguenze legali della detenzione di stupefacenti per spaccio o per consumo personale. L'iniziativa si inserisce nel ventaglio delle attività di educazione alla salute, attuate annualmente dalla scuola, grazie alla referente Giulia Beduschi, in collaborazione con enti esterni. Il progetto si è articolato in più fasi, per coinvolgere non solo gli studenti ma anche gli insegnanti ed i genitori. Leone Lisé (educatore del Serd) e Maura Longari (assistente sociale della Prefettura) hanno preliminarmente incontrato, in due situazioni distinte, i docenti che coordinano le dieci classi coinvolte e poi le famiglie, per presentare i punti salienti del lavoro programmato. A parlare con i giovani sono state le assistenti sociali Maura Longari e Vania Zanetti, insieme all’educatrice del Serd Stefania Barbaglio. 

La Longari ha esordito con una domanda agli allievi: “Interrogatevi sempre su che tipo di persona volete essere. Cercherete una felicità stabile, per la quale dovrete impegnarvi o preferirete vivere istanti isolati di piacere? Sta a voi scegliere chi essere e che  genere di vita condurre. Sappiamo bene che la società attuale vi spinge in una direzione precisa e che è difficile resistere a certe tentazioni”. Per spiegare il concetto, è stato mostrato un filmato, frutto di uno studio psicologico americano, basato sull'intelligenza emotiva: chi, fin da bambino, è in grado di rimandare la soddisfazione di un desiderio, nella fattispecie, mangiare un marshmallow, una volta divenuto adulto, conseguirà una realizzazione professionale migliore. Troppo spesso, sfugge che, per procurarsi uno sballo momentaneo, si concorre ad alimentare il mondo delle mafie e della malavita, sperperando il denaro guadagnato con fatica. Successivamente, è stato illustrato cosa accade se si viene sorpresi a fumare hashish o marijuana. Anche chi assiste passivamente deve sottoporsi ad accertamenti. La procedura è identica sia per i maggiorenni che per i minorenni. All’inizio, viene effettuata la prova delle urine, con telecamera vista. In caso di positività, occorre intraprendere un percorso di sei mesi, presso il Servizio dipendenze. Per chi oppone resistenza, scatta il ritiro della patente e viene apposto un timbro sulla carta d’identità, che perde, in automatico, la validità per l’espatrio. Al termine, è previsto un test sul capello.

venerdì 13 aprile 2018

GITA IN LIGURIA DEL CORSO ENOGASTRONOMICO

Quando le gite scolastiche, quelle che tutti ricordano con nostalgia, vengono studiate con cura, in funzione delle classi coinvolte, allora, è giocoforza ribattezzarle viaggi di istruzione. Un esempio è dato dalla giornata trascorsa, in Liguria, a San Salvatore di Cogorno,  Lavagna e dintorni, dalle prime B e D ristorazione dell' istituto “Luigi Einaudi”, con i professori Maria Luisa D’ Ambrosio, Michele Franzini, Cristian Fusco ed Antonino Vetrano. Gli studenti hanno conosciuto varie aziende vitivinicole ed agroalimentari della zona, come la “Ricolla”, che produce il pregiato vino Vermentino e “La Contea”, specializzata in elicicoltura, ovvero nell'allevamento delle chiocciole. 



A seguire, dopo aver percorso lo storico sentiero delle ardesie, puntata al ristorante “Bricco della Gallina” di Breccanecca, dove i ragazzi, oltre a godersi la straordinaria vista mare panoramica, hanno assistito alla lezione teorico pratica svolta dal titolare Enrico Boitano, sulla preparazione del pesto e dei pansoti, una pasta ripiena tipica della regione, che hanno poi servito ai tavoli.
Non sono mancate arte e cultura, con la visita al museo ed alla Basilica dei Fieschi.

giovedì 5 aprile 2018

LA FIABA DI "HANSEL E GRETEL" DEL CORSO SOCIO SANITARIO AL "CAPRA PLASIO"

Gli studenti della terza A socio sanitario dell'istituto “L. Einaudi”, accompagnati dai docenti Giuseppe Bonavita ed Annamaria Aprea, hanno recitato, per gli alunni di prima elementare del “Capra Plasio”, una rinnovata versione teatrale della fiaba di “Hansel e Gretel”. Al coinvolgente spettacolo, sono seguiti laboratori didattici, giochi di cortile, canzoni ed un’avvincente caccia al tesoro. La performance è stata molto apprezzata dal giovanissimo pubblico, che ha applaudito con entusiasmo i compagni più grandi davvero bravissimi e convincenti.