Translate

venerdì 16 marzo 2018

Scattando… s’ impara

Si è conclusa con successo e con la soddisfazione di tutti i giovani protagonisti la sperimentazione del progetto pilota “Scattando… s’ impara”, ideato da Vittoria Attianese, docente di laboratori tecnici, presso l' istituto “Luigi Einaudi”, diretto da Nicoletta Ferrari. Col supporto della referente di indirizzo Michela Balzarini e della collega Sabrina Giovannini, la professoressa ha inventato, per sette ragazzi di quarta A grafico, un modo originale, per vivere le due settimane, dedicate all’alternanza scuola- lavoro. L’iniziativa è stata pensata in collaborazione con Daniela Vetromilo del Comprensivo di Sospiro di Renato Suppini. Destinatarie due quinte elementari, che sono state condotte dai compagni più grandi alla scoperta dei segreti della fotografia. 


Per l’occasione, infatti, Paolo Croce, Leda Fregoni, Marco Palma, Giada Romani, Sofia Rotondi, Alice Sciacca e Lucia Torriani sono saliti in cattedra, per effettuare lezioni frontali propedeutiche, cui è seguita la parte pratica, che è riuscita a galvanizzare gli apprendisti under 11. 
Gli allievi e le maestre Laura Bertazzoli, Eleonora Ghinaglia, Maria Luisa Feraboli, Stefania Viola, Daniela Vetromilo sono stati coinvolti nell' allestimento di un vero e proprio set fotografico, in cui i piccoli si sono mossi con interesse, entusiasmo e grande divertimento. Il lavoro preliminare degli studenti delle superiori è durato quasi un mese ed è stato estremamente impegnativo, in quanto gli alunni hanno dovuto tradurre e rendere a portata di bambino il programma del secondo biennio. 
D’altro canto, il percorso non si è esaurito nell’esecuzione di foto, in quanto le insegnanti della primaria hanno sviluppato collegamenti non banali con alcuni argomenti di studio: la trattazione dell'occhio, in scienze, è stata svolta in parallelo con la spiegazione del funzionamento della fotocamera, mentre l’inquadratura ha fornito spunti, per affrontare elementi d’arte e di geometria. Ora, ai grafici spetta girare un video da proporre in ulteriori plessi della provincia. Inutile sottolineare che l'esperienza ha avuto pure un risvolto affettivo, per cui il gruppo, da subito affiatatissimo, si incontrerà di nuovo in giugno, per festeggiare la fine dell' anno scolastico e della comune avventura dietro l'obiettivo.


Nessun commento:

Posta un commento