Translate

martedì 6 marzo 2018

CONVEGNO "I DIRITTI NEGATI: IL DIALOGO... QUESTO SCONOSCIUTO"- PROGETTO "SEGNI PER INCONTRARSI"

L’aula magna dell’Istituto “L. Einaudi” ha ospitato la tavola rotonda “I diritti negati: il dialogo… questo sconosciuto”, che ha concluso il progetto “Segni per incontrarsi”, portato avanti, durante le lezioni di religione, dai docenti Gianmario Anselmi e Claudio Falasco. All’incontro, hanno partecipato innanzitutto gli studenti delle classi coinvolte (tre seconde ristorazione, una del corso grafico ed una quarta con indirizzo enogastronomico), per presentare i lavori, realizzati negli ultimi mesi. Numerosi ed illustri i relatori intervenuti nel dibattito. Andrea Franzini (Coordinatore area minori abbandonati) ha catturato la giovane platea, col racconto della propria ventennale esperienza di missionario in Brasile e con la descrizione della dura vita di tanti ragazzi nelle carceri sudamericane, mentre il diacono Justin Messanvi ha sottolineato l'importanza della riflessione e dell'interazione tra le persone. Pinuccia Meazza ha parlato della fondazione “Madre Rosa Gozzoli” onlus, che accoglie e supporta donne in difficoltà. Il professor Mario Gnocchi, presidente del Sae (ex Segretariato attività ecumeniche) si è soffermato sullo scambio interreligioso ed è partito da una citazione del filosofo Martin Buber (“L’uomo diventa io a contatto con il tu”), per spiegare che “l'identità è un punto d'arrivo, cui concorrono le relazioni, in quanto è grazie al rapporto con gli altri che ciascuno si riconosce”.










Nessun commento:

Posta un commento