Translate

martedì 27 febbraio 2018

ALTERNANZA SCUOLA- LAVORO DEL CORSO ALBERGHIERO A GARAGE ITALIA

Quinta A enogastronomico e quinta B salabar dell'istituto “L. Einaudi” sono state ospiti di Garage Italia, sorto a Milano, grazie alla creatività ed alla genialità del celeberrimo “MasterChef” Carlo Cracco e di Lapo Elkann, estroso quanto discusso rampollo di casa Agnelli. A guidare gli studenti in questa insolita esperienza di alternanza scuola- lavoro è stato il responsabile amministrativo Michele Bombardieri, che vanta, tra l’altro, origini soresinesi. Costruito per valorizzare e coniugare alcune eccellenze del made in Italy, quali l’automobilismo, il design e l’arte culinaria, il lussuoso locale meneghino accoglie un bar ed un ristorante. Esso ha inoltre contribuito a ridare nuova vita ad una storica pompa di benzina, voluta dall'imprenditore e dirigente pubblico Enrico Mattei, negli Anni ‘50. Dopo la visita, i ragazzi ed i docenti Maria Pezzini, Massimiliano Ruscelli, Patrizia Cattani, Michela Anelli e Fabiana Rinelli si sono recati alla pasticceria del “Re del cioccolato” Ernst Knam, per gustare le sue famose praline al cacao, che Cremona ha conosciuto, in occasione dell'ultima “Festa del Torrone”.



I FOLLETTI DELL'INVERNO AL SACRO CUORE

Gli studenti della seconda A del corso socio- sanitario dell' istituto “L. Einaudi” si sono esibiti nello spettacolo “I folletti dell’inverno”, per la gioia dei centoquaranta bambini della materna e del nido del “Sacro Cuore”. L'animazione è stata realizzata con la supervisione dei docenti Annamaria Aprea (metodologia) e Giuseppe Bonavita (musica). L'intrattenimento ludico ha previsto filastrocche, fiabe, attività artistico- pittoriche e canzoni sul tema della stagione più fredda dell'anno, che hanno divertito ed elettrizzato il giovanissimo e dolcissimo pubblico in sala.


I PIATTI RACCONTANO... INCONTRANDO EAST LOMBARDY

“I piatti raccontano… incontrando East Lombardy”. Questo il titolo del convegno organizzato dall'istituto “L. Einaudi”, per le classi quinte del corso alberghiero. Si spazierà tra arte, cibo, musica, storia, cultura, paesaggio ed agricoltura. I docenti Massimiliano Ruscelli, Maria Pezzini e Michele Franzini spiegano: “L'evento si propone di concludere e di dare visibilità all' enorme lavoro svolto dalla nostra scuola, nell' ambito di East Lombardy, con attività proprie e di supporto alle iniziative cittadine”.

L'appuntamento è stato fissato per la mattina di mercoledì 21 marzo, in aula magna. Dopo i saluti della dirigente Nicoletta Ferrari e dell'assessore Barbara Manfredini, interverranno Sergio Carboni, ambasciatore di East Lombardy e chef del ristorante “La locanda degli artisti” di Cappella Picenardi, che porterà la propria esperienza professionale, descrivendo le specialità presentate durante la manifestazione e Carla Bertinelli Spotti console del Touring Club locale e consultore dell'Aic (Accademia italiana di Cucina), che farà il punto sull'impatto turistico di East Lombardy nel tessuto provinciale e cittadino. Federico Benna proporrà poesie dialettali e letture tratte dagli scritti di Ugo Tognazzi, con l'accompagnamento alla chitarra di Filippo Viviano. Gli studenti illustreranno il loro percorso, alla scoperta della nostra tradizione culinaria, con riferimenti alla bertolina cremasca, al bsligon casalasco, al bussolano di Soresina ed alla mostarda. 
Gli interventi saranno coordinati dalla moderatrice Maria Luisa D'Ambrosio.

giovedì 15 febbraio 2018

FESTIVAL DEI SAPORI DI BRESCIA

“Miglior racconto di contaminazione tra le province di East Lombardy”. È questa la motivazione del prestigioso riconoscimento ottenuto dall'istituto “L. Einaudi”, al “Festival dei Sapori di Brescia”, di scena dal 9 all'11 febbraio, in piazza Vittoria. Premiati i talentuosi Emma Bosio, Antonio Leoni, Iris Brunelli ed Alessandro Bonetti. Gli studenti, rispettivamente di quarta B bar e di quinta B eno, insieme ai docenti Michele Franzini di sala e Cristian Fusco di cucina, hanno presentato il piatto “Terra nostra” ad una giuria stellata, composta da professionisti del calibro di Andrea Leali e di Francesco Gotti. Duplice la mission, che consisteva nell'allestire un tavolo interprovinciale accattivante e nel rivisitare, in soli sessanta minuti, una specialità cremonese, creando una commistione con prodotti tipici di altri capoluoghi lombardi. E così, al classico raviolo nostrano con pistum, sono stati aggiunti il bresciano cremino di Tremosine, la zucca in agrodolce mantovana, un frullato di rapa rossa padana, la polenta taragna di Bergamo ed ancora una frolla al cacao e delle cialde di grana. Il tutto accompagnato da un buon Garda classico rosso doc dell'azienda agricola La Torre di Mocasina di Calvagese della Riviera. I ragazzi, che hanno ricevuto un plauso particolare dallo chef Philippe Leveille, si sono aggiudicati quattro corsi di specializzazione, presso la Cast Alimenti, la scuola enogastronomica di fama internazionale, cofondata e diretta da Igino Massari e da Vittorio Santori.




venerdì 9 febbraio 2018

T. V. B. (TI VOGLIO BERE)

Una visita all'acquedotto est, quello di via Postumia, ha concluso il progetto T.V.B. (Ti voglio bere), che intende educare le nuove generazioni all'uso responsabile dell'acqua potabile. L'iniziativa, curata dalla professoressa Giulia Beduschi, coordinatrice di scienze integrate, è nata dalla collaborazione tra l’istituto “L. Einaudi” e Padania Acque.


Destinatarie delle attività ben cinque classi: quattro seconde degli indirizzi grafico, turistico, socio- sanitario ed una terza bar. Il percorso si è articolato in due momenti distinti. Il primo si è svolto a scuola, ha avuto carattere laboratoriale e si è avvalso dell'intervento di esperti del settore, dotati di strumentazione Acqualab. Quello conclusivo ha invece previsto un'uscita didattica ad uno dei depuratori cittadini. Guidati all’interno della struttura dagli operatori Luigi Siena e Cristian Pollastri, gli studenti hanno potuto osservare le varie fasi della depurazione: l'aerazione per la rimozione del metano e dello zolfo, il trattamento biologico dell' ammoniaca e del manganese, la miscelazione chimica per l'abbattimento dell'arsenico, la filtrazione a sabbia e la disinfezione finale col cloro.


IL GRAN BOLLITO CREMONESE

Prima edizione pizzighettonese del “Gran bollito” nostrano da guinness, grazie alla sinergia tra l'infaticabile e vulcanico Gruppo Volontari Mura di Sergio Barili, l’Associazione dei Macellai Cremonesi guidata da Giancarlo Ruggeri, l' Ascom- Confcommercio di Vittorio Principe e l’ormai onnipresente corso alberghiero dell'istituto “L. Einaudi” di Cremona, sempre più richiesto in tutte le manifestazioni enogastronomiche del Territorio. All'interno delle casematte, riscaldate dai camini, la ciurma di venti studenti di sala e cucina, capitanata dal professor Michele Franzini, si è data da fare, per soddisfare la golosità dei circa 800 visitatori, che, tra sabato 3 e domenica 4 febbraio, hanno degustato i lessi di manzo, gallina e salame, il consommé ai tre brodi e la raspadüra di Grana Padano offerta dalla Latteria locale.



mercoledì 7 febbraio 2018

VISITA ALLO STABILIMENTO DELLA BARILLA DI PICENENGO

Nell'ambito dell'alternanza scuola lavoro, le quarte dei corsi enogastronomico e sala bar dell’Istituto “L. Einaudi” hanno effettuato una visita allo stabilimento Barilla di via Picenengo. Gli studenti hanno potuto osservare le varie fasi della produzione del panbauletto. I ragazzi hanno inoltre assistito ad una conferenza sull’organizzazione della ditta, sotto il profilo economico- aziendale ed hanno conosciuto la normativa relativa alla filiera alimentare. Affrontate anche tematiche fondamentali quali il controllo dei fornitori e delle materie prime, la sicurezza, il benessere del personale e l'internazionalizzazione del marchio, con la conseguente differenziazione dell' offerta interna ed estera. Ad accompagnare gli alunni, i docenti Patrizia Cattani, Maria Pezzini, Massimiliano Ruscelli, Loretta Tomasoni, Massimo Piazzi, Antonino Vetrano, Maria Elena Fedeli, Ilaria Monico e Maddalena Alini.