Translate

lunedì 20 novembre 2017

Festa del Torrone

Istituto “L. Einaudi” di nuovo in campo per la “Festa del Torrone”. Quest'anno, gli alunni dell'alberghiero hanno affiancato il grande Ernst Knam. Il celebre “Re del cioccolato”, entusiasta del loro apporto, li ha elogiati, mettendoli sullo stesso piano dei suoi stagisti ed ha lasciato alla scuola una dedica graditissima, che verrà conservata nell’ufficio della dirigente Nicoletta Ferrari. 






Visto il calibro della manifestazione, tutti gli indirizzi hanno dato il meglio di sé, per contribuire alla riuscita dell'evento. Mentre una quinta del corso grafico ha curato il servizio fotografico, le classi terminali del socio sanitario, con gli insegnanti Anna Maria Aprea, Giuseppe Bonavita e Daniela Corsi, si sono dedicate all’intrattenimento di circa 500 bambini, con la recita di alcune tra favole più amate. Ed ancora gli studenti del turistico si sono spesi nella promozione delle iniziative della città, supportando, in qualità di hostess e stewards, le attività degli hotel Delle Arti, Impero e Continental. Presso la “Tognazza” (l’ex casa dell'attore Ugo Tognazzi, oggi trasformata in punto vendita dei prodotti dell'azienda della famiglia dell’artista, appassionato di gastronomia), le terze salabar, insieme al prof. Dionisi Zoppi, hanno allestito un buffet e servito le degustazioni. Con loro, anche il ristorante “La crepa” di Isola Dovarese, che ha offerto una specialità pasticcera ed il famoso barman e brand ambassador Gianfranco Pola, che ha parlato della Chartreuse, un antichissimo liquore alle erbe, di origine francese, distillato nel monastero certosino di Voiron. Il momento clou è arrivato con lo show cooking del maestro Knam, che è stato aiutato dagli allievi di Zoppi, nella realizzazione del “Dolce della domenica”, a base di un esclusivo cioccolato con cacao peruviano, arance, pan di spagna e torrone. Ed ancora, con “Noccioliamo”, le terze salabar hanno distribuito ghiottissimi assaggi di nocciole e creme spalmabili agli ospiti degli Hotel Impero e Delle Arti, per far apprezzare le differenze di gusto e di consistenza dovute alla zona di produzione. Nell' ambito del progetto “Il laboratorio del Gusto Sperlari”, altri ragazzi, con il docente Giuseppe Micocci, hanno invece utilizzato il torrone, per creare un piatto salato ed un dessert per le 270 persone, che, in settimana, hanno visitato la ditta. Domenica, in piazza del Duomo, dopo l'ennesimo momento goloso in collaborazione con “La crepa”, Alessandro Bonetti ed Iris Brunelli di quinta B enogastronomia sono stati premiati insieme a Micocci dalla speaker Eleonora Busi, per l' ideazione delle due ricette prescelte. Gran finale, nel pomeriggio, all'Impero, con i palati puntati sulla “Vodka al torrone” ideata da Zoppi e sul “Club house sandwich” imbottito da Micocci e seguaci, con gli ingredienti offerti da Massimo Rivoltini e dalla gastronomia Mazzini.




Nessun commento:

Posta un commento