Translate

giovedì 16 febbraio 2017

I RISCHI DELLA GENERAZIONE DIGITALE


“I rischi della generazione digitale”. È questa la tematica scelta da ben venti classi dell’istituto "L. Einaudi”, all'interno del ventaglio di proposte relative all’educazione alla salute. Che è un concetto ampio, capace di includere tutto quanto abbia attinenza con lo stare bene, a livello sia fisico che psicologico. Vivere in modo sano significa pertanto anche servirsi della rete, con la consapevolezza delle mille trappole e minacce in essa nascoste. Ad illustrarle a circa 400 adolescenti, nell'aula magna dell'ITC "A. Ghisleri", ci ha pensato Alberto Casarotti, ispettore della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Cremona. Gli incontri sono stati due in successione, nell'arco della stessa mattina: il primo per gli studenti del biennio, il secondo per quelli del triennio. Interazione col giovane pubblico, racconti di casi realmente accaduti nel cremonese, slides esplicative sono stati gli strumenti utilizzati per fornire, in maniera accattivante, le indicazione di base sull'uso intelligente- "smart"- del telefono, sulla tutela della privacy, sulle insidie dei social network e per mettere in guardia da pedofilia, truffe, stalking, sexting, estorsioni e tanti altri pericoli legati al web. La platea è stata letteralmente catturata dall'ultimo, toccante video, dedicato ad Amanda Michelle Todd ed alla sua drammatica storia di quindicenne morta suicida, nel 2012, per cyberbullismo.

Nessun commento:

Posta un commento