Translate

martedì 17 gennaio 2017

#failadifferenzia




E, all'istituto "L. Einaudi", la raccolta differenziata diventa un gioco ed un concorso, in cui vince il più... brutto. Ma andiamo con ordine. Gianmario Anselmi, insegnante di religione e mente dell'iniziativa, spiega: "#failadifferenzia è stato da noi pensato come progetto pilota. Sarebbe utile poterlo estendere alle altre scuole cittadine, qualora si rendessero disponibili fondi ad hoc. 





Siamo stati indotti da un'esigenza precisa: in un passato recente, l' amministrazione comunale ci ha bacchettato per l'eccessiva produzione di indifferenziato. Nel corso del 2016, in collaborazione con Piero Lombardi di Linea Group Holding (LGH), siamo partiti con lo studio del problema e con la quantificazione dei rifiuti dell' "Einaudi". Col 2017, entreremo nel vivo, innanzitutto con una martellante campagna pubblicitaria. Le attività programmate - conclude Anselmi-  avranno una ricaduta positiva a livello igienico, in quanto le aule saranno più pulite, educativo, perché alunni ed adulti interiorizzeranno l'abc del rispetto ambientale, economico, visto che si eviteranno sanzioni salate".




 Nei corridoi e nei locali (sale, laboratori, etc.), saranno posizionati cartelli con le indicazioni. In punti chiave, saranno dislocati i bidoni, con i contrassegni colorati, realizzati dal corso grafico: giallo per la plastica, marrone per l'umido, verde per vetro e lattine, bianco per la carta e nero (nella legenda, al proposito, sta scritto: "che schifo!") per l'indifferenziato. Il materiale è stato visionato ed approvato da LGH, che considera il lavoro svolto estremamente curato ed interessante. Un plauso è arrivato pure dall'assessora Alessia Manfredini del Comune di Cremona, che ha dato il patrocinio. Nelle classi, si troveranno le istruzioni ed i raccoglitori bianchi e marroni. Quello nero, orrendo, è lasciato alla creatività dei ragazzi singoli o in gruppo: esso dovrà essere fotografato e postato entro il 28 febbraio su Instagram, usando #failadifferenzia. Il peggiore, ad insindacabile giudizio delle docenti Vittoria Attianese e Michela Balzarini, guadagnerà ai vincitori una visita didattica ad un impianto di smistamento dei rifiuti del territorio. I delegati degli studenti saranno a breve convocati nell'auditorium, per essere formati e rendersi successivamente tramite, per i compagni, delle direttive necessarie. Previsti bollini rossi per allievi e professori indisciplinati e/ o recidivi.

Nessun commento:

Posta un commento