Translate

domenica 29 gennaio 2017

ULTIMA DOMENICA DELLA "FESTA DAL PIPEN"

Bis della sagra del "pipen", questa domenica, a Torricella del Pizzo. Gli instancabili alunni di 4^ Aeno e di 4^ Bbar del corso alberghiero dell'istituto "L. Einaudi" di Cremona, fin da sabato, hanno messo mano ai fornelli, insieme all'infaticabile professor Massimiliano Ruscelli, per preparare il menu della festa. In collaborazione con i volontari del posto, gli studenti Alessandra Arcari, Giulia Tomasoni, Paolo Galli, Marco di Gioia, Brian Mela, Nicolò Federici, Marco Albini, Lorenzo Rossi ed Adriano Emmolo hanno cucinato e servito ai tavoli tanto piedino di maiale, ovviamente, ma anche marubini, tortelli ripieni di funghi e ricotta, lasagnette verdi con verdure, risotti, cotechino, cotiche con fagioli, fiocco arrosto, guancialino, salsicce, polenta, salame filetto, formaggi e molte altre specialità nostrane. Tra il mercato di prodotti tipici e la dimostrazione di arte Raku di Cristina Mazzotti. Lunedì, i ragazzi sono tornati tra i banchi di scuola, arricchiti dall'esperienza vissuta e desiderosi di imparare nuove ricette, in vista della prossima trasferta enogastronomica sul territorio. Soddisfatta del successo dell'iniziativa pure la referente d'indirizzo Maria Pezzini.


venerdì 27 gennaio 2017

GIORNATA DELLA MEMORIA

Una mattina al cinema, per non dimenticare. Tutto esaurito al "Filo", in occasione della "Giornata della memoria", organizzata dall'istituto "L. Einaudi". Dieci classi, circa 200 alunnni, hanno avuto l'opportunità di rivivere uno dei capitoli più tragici della storia recente in maniera coinvolgente, grazie alla proiezione gratuita di "Una volta nella vita" della regista Marie-Castille-Mention-Schaar. Il titolo originale del lungometraggio è "Les héritiérs", ovvero gli eredi del ricordo dell'Olocausto, da perpetuare alle generazioni future. Ispirato ad una vicenda reale, l'opera ha raccontato alla giovane platea il rapporto tra una docente dalla personalità carismatica (l'attrice Ariane Ascaride) e la difficile classe di un liceo francese, rimotivata da un progetto sulla Shoah. L'uscita didattica rientra nell'iniziativa regionale "Schermi di classe", che mette a disposizione delle scuole di ogni ordine e grado un catalogo di film, distinti per tematiche.


ALL'IIS "L. EINAUDI" PRESENTAZIONE DEL PROGETTO #FAILADIFFERENZIA




Presentazione in grande stile per il progetto "#failadifferenzia" dell'IIS "L. Einaudi". Nella mattina di formazione rivolta agli oltre 90 delegati degli studenti, sono intervenuti la dirigente Nicoletta Ferrari, che ha aperto i lavori dell'assemblea, il consulente esterno Piero Lombardi, Augusto Marcocchi di Linea Gestione e Diana Romani di LGH (Linea Group Holding), l'ente che ha reso possibile la realizzazione dell'iniziativa, partita, almeno nelle sue fasi preliminari, lo scorso anno scolastico, grazie alla straordinaria intraprendenza ed all'entusiasmo vulcanico dei docenti Gianmario Anselmi, Michela Balzarini e Vittoria Attianese.


Stefania Reali delle Politiche educative del Comune di Cremona, che patrocina l'iniziativa, ha invece portato i saluti di Alessia Manfredini, assessora al Territorio ed alla Salute. Significative e motivanti le parole di Marcocchi ai ragazzi: "I rifiuti sono nelle vostre mani. Siete dei pionieri: state per intraprendere un'esperienza altamente formativa e nuova per la nostra città". "#failadifferenzia" intende incentivare la raccolta differenziata, diffondere uno stile di vita green e scongiurare il rischio di sanzioni amministrative dovute all'eccessiva produzione di indifferenziato. Con l'incontro, è partita ufficialmente la campagna pubblicitaria nelle varie classi ed è stato bandito il concorso, che richiede la creazione di un cestino per l'indifferenziato, di cui postare la foto su Instagram, entro la fine di febbraio.




 Gli alunni, che avranno ideato il contenitore più brutto- questa la particolarità prevista dal regolamento-, saranno premiati con una visita didattica ad un impianto di smistamento del territorio. Corridoi, locali ed aule sono stati arredati con i bidoni a disposizione e tappezzati con le indicazioni colorate, messe a punto dagli allievi del corso grafico: il giallo identifica la plastica, il marrone l'umido, il verde è per il vetro e per le lattine, il bianco per la carta, il nero, infine, per l'aborrito indifferenziato, nella speranza che il suo quantitativo sia destinato a calare nel tempo.


mercoledì 25 gennaio 2017

ISTITUTO "L. EINAUDI" PRIMO AI CAMPIONATI PROVINCIALI DI CORSA CAMPESTRE

Tutti per uno ed uno per tutti. È targata istituto "L. Einaudi" la migliore squadra maschile di corsa campestre. L'incoronazione è avvenuta al termine dei Campionati studenteschi provinciali, disputati presso il centro sportivo "San Zeno", a Cremona. 
Michele Paolo Ferrari di 2^ B ristorazione, Fedi Bannour di 2^ A turistico, Foued Bekraoui di 1^ A ristorazione, insieme a Matteo Stradiotti di 3^ A commerciale, hanno stravinto. Classificandosi rispettivamente al 2°, al 3° ed al 9° posto, i ragazzi hanno sbaragliato la concorrenza delle altre scuole. Ora, sono, quindi, di diritto, primi assoluti, con grande soddisfazione propria e delle insegnanti Loretta Tomasoni e Michela Ventura, che li hanno allenati, in vista dell'importante appuntamento agonistico. Da questo momento, occorrerà lavorare sodo, per confermare il titolo ai regionali, che si svolgeranno a Milano, la prossima primavera.








A PRANZO CON BERLINGUER


Un pranzo se non da re, certamente degno di un ministro. A prepararlo ed a servirlo all'onorevole Luigi Berlinguer, autore, a suo tempo, di una delle ultime riforme scolastiche, sono stati gli alunni di 5^ Ae e di 2^ Dr, con la supervisione dei docenti Cristian Fusco, Cristian Ruggeri e Giuseppe Micocci. Il momento conviviale si è svolto presso la sede di via Borghetto dell'istituto "L. Einaudi", durante la giornata dedicata a "GenerAzione in Musica", il convegno organizzato dalla scuola internazionale di liuteria "A. Stradivari", per promuovere la pratica musicale tra gli studenti. Fra i commensali, oltre a Berlinguer, il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, la sua vice Maura Ruggeri, i presidi Nicoletta Ferrari dell'IIS "L. Einaudi" e Daniele Pitturelli dell'IIS "A. Stradivari", alcuni musicisti ed il professor Gianluigi Bencivenga, che ha curato l'iniziativa per conto dell'Ufficio Scolastico Territoriale.
In onore di personalità così prestigiose, è stato rispolverato il menu delle grandi occasioni. Gli ospiti hanno gustato un budino di grana padano con crema di cavolo romano e pane croccante, dei tortelli con patate ed erbe aromatiche su mousse di piselli con briciole di salsiccia e mandorle, del filetto di maialino in crosta con zucca e porcini al rosmarino e, per finire, una millefoglie dalla duplice farcitura. Un trionfo di prelibatezza per il palato ed un autentico spettacolo per gli occhi, tanto che la dirigente Ferrari, ammirata, non ha esitato ad immortalare le portate scenografiche con lo smartphone, come se fossero dei capolavori.







martedì 24 gennaio 2017

FESTA DAL PIPEN

Domenica mattina, Nicoletta Ferrari, da quest'anno preside dell'istituto "L. Einaudi" di Cremona, non si è certo trovata alle prese con i soliti voti e giudizi scolastici. La nuova dirigente ha infatti preso parte ai lavori della giuria, che ha eletto la miglior culatta, un salume stagionato con la cotenna, parente del culatello. E, per una volta, a presiedere i singolari "scrutini", non è stata lei, bensì Tessa Gelisio, la bella e spigliata conduttrice televisiva della trasmissione "Cotto e mangiato", scelta come madrina dell'evento, organizzato dal "Comitato Fiera" di Torricella del Pizzo. La competizione è stata vinta dall'azienda Ardenga; secondo classificato il salumificio Barili. È successo durante la dodicedima edizione della "Festa dal pipén", nata in onore del piedino di maiale lessato. 
La scuola alberghiera cremonese ha avuto un notevole rilievo per tutto il fine settimana d'avvio della manifestazione enogastronomica, che si concluderà il prossimo 29 gennaio. Sabato sera, una decina di studenti del corso alberghiero delle classi 4^ Aeno e 4^ Bbar hanno animato il servizio di sala della cena "Gran varietà", svoltasi nel ristotenda, il padiglione riscaldato, allestito, per l'occasione, in piazza Boldori. 
Il menu prevedeva l'antipasto del duca Ranuccio II, i primi del marchese Castelbarco, la culaccia di maiale arrosto alla Gemando e il dolce della tradizione. Indaffaratissimi ai fornelli, i docenti tutor Roberto Cremona, Giuseppe Micocci e Massimiliano Ruscelli, concordi, dichiarano: "Si tratta di un'iniziativa di grande richiamo, cui aderiamo volentieri per la crescita professionale e per la soddisfazione personale dei nostri alunni". La serata è proseguita con le battute di Max Cavallari de "I Fichi d'India", la musica dei "Fak the Krisis" e l'avvenenza delle finaliste del concorso "Fotomodella italiana". La kermesse del casalasco inaugura il nutrito programma di "East Lombardy 2017", con ambasciatrice la storica della gastronomia locale Carla Bertinelli Spotti. La presentazione del progetto europeo è avvenuta tramite un convegno in municipio, in cui sono intervenuti, tra gli altri, i sindaci Emanuel Sacchini, nella veste di padrone di casa e Filippo Bongiovanni di Casalmaggiore, Tessa Gelisio, l'assessore regionale all'agricoltura Giovanni Fava, il consigliere regionale Carlo Malvezzi, l'assessora alla città vivibile ed alla rigenerazione urbana del Comune di Cremona Barbara Manfredini, il presidente della Coldiretti Paolo Voltini e l'imprenditore Maurizio Santini, noto per la produzione del pizzetto, il salame col filetto. Tra i protagonisti dei due giorni d'esordio pure la mostra mercato dei prodotti tipici, il dj di Radio circuito 29, le prelibatezze della "Sala magna - Osteria del borgo" e la distribuzione gratuita di polenta pasticciata ad opera del "team Einaudi" (professori e ragazzi) e dei volontari del posto. 




lunedì 23 gennaio 2017

22 GENNAIO, ULTIMO GIORNO DELLA "TRIPA DE SAN BASIAN"


Grande affluenza al pranzo domenicale. La trasferta sta per concludersi. Esperienza indimenticabile per tutti.

ULTIMA GIORNATA DI SCUOLA APERTA

Buona l'affluenza all'ultima giornata di scuola aperta, prima delle iscrizioni del 6 febbraio, quando, finalmente, si avranno i numeri delle nuove leve. Venerdì 20 gennaio, i docenti dell'istituto "L. Einaudi" hanno illustrato ai ragazzi di terza media ed ai loro genitori i piani di studio e gli sbocchi lavorativi dei cinque corsi, due tecnici (grafico e turistico) e tre professionali (enogastronomico, socio sanitario, commerciale), tutti quinquennali. Dopo i saluti ed il breve discorso introduttivo della preside Nicoletta Ferrari, la vice Federica Gaboardi, Ie fiduciarie, le referenti di indirizzo e dell'inclusione Michela Balzarini, Maria Teresa Dragoni, Monica Parrella, Maria Pezzini, Elisabetta Bertoletti, Luigina Bazza, Elena Ardigò, Marina Dizioli e Silvia Vezzoni hanno presentato la scuola e mostrato aule e laboratori. Ora, non resta che attendere l'esito delle molteplici attività promozionali partite in settembre, fra cui spiccano i micro stages, tuttora prenotabili all' indirizzo info@einaudicremona.it e fruibili sino alla fine del mese.


venerdì 20 gennaio 2017

20 GENNAIO, SECONDO GIORNO DELLA "TRIPA DE SAN BASIAN"



Studenti all'opera dalla sera. Ci si prepara all'impegno clou del fine settimana.

19 DICEMBRE, PRIMO GIORNO DELLA "TRIPA DE SAN BASIAN"

19 DICEMBRE, PRIMO GIORNO DELLA "TRIPA DE SAN BASIAN"

Si scaldano i motori: l'affluenza è discreta, i ragazzi appaiono professionali ed a loro agio nel servizio di sala, all'interno delle casematte.






GIORNATA DI SCUOLA APERTA




Nel pomeriggio, dalle ore 17 alle 18: 30, l'istituto "L. Einaudi" spalanca le sue porte agli alunni di terza media, col pallino della cucina, della grafica, delle lingue, del sociale o dell'economia. In questa giornata, ragazzi e famiglie potranno visitare spazi, aule, laboratori, incontrare i docenti, prendere visione dei piani di studio ed avere informazioni sugli sbocchi lavorativi dei cinque corsi, due tecnici (grafico e turistico) e tre professionali (enogastronomico, socio sanitario, commerciale), tutti quinquennali. Ad accoglierli, la dirigente Nicoletta Ferrari, la vice Federica Gaboardi ed i referenti di indirizzo Maria Pezzini, Elisabetta Bertoletti, Michela Balzarini, Maria Teresa Dragoni, Monica Parrella, Luigina Bazza.

Proseguono inoltre fino al 31 gennaio i microstages "catturalunni", in vista delle prossime iscrizioni in scadenza il 6 febbraio. Per prenotare, basta scrivere ad info@einaudicremona.it  L'appuntamento per gli aspiranti cuochi è al giovedì ed al venerdì, dalle ore 9 alle 10: 30, presso la succursale di via Borghetto, dove si tengono anche gli stages dell'indirizzo socio sanitario (dalle 9 alle 13  del 24 gennaio), a base di giochi, teatro ed animazione. Al mercoledì, nella sede centrale, è invece di scena il grafico. I giovani creativi delle medie, insieme ai compagni delle superiori, avranno l'opportunità di osservare i lavori del triennio, allestire la sala di posa, scattare foto ed imparare i trucchi della post produzione e del fotomontaggio. Chi è appassionato di lingue straniere e di viaggi all'estero, al lunedì, dalle 10 alle 12, non può perdere le proposte del turistico, mentre, sempre al lunedì ed al venerdì, dalle 8 alle 11, il corso economico svela i segreti dell' e- commerce e molto altro. Gli interessati al serale, sono attesi il 15 marzo ed il 10 Maggio, alle ore 20.

giovedì 19 gennaio 2017

LA "TRIPA DE SAN BASIAN"- EINAUDI

Il progetto europeo East Lombardy significa anche istituto "L. Einaudi" (da settimane alle prese con la realizzazione di un percorso turistico cremonese) e... trippa. Quella di "San Basiàn" di Pizzighettone. Lo sanno bene i 20 alunni delle classi 2^ Ar, 2^ Br, 3^ Aeno, 5^ Aeno del corso alberghiero (referente Maria Pezzini), in trasferta per la quattro giorni enogastronomica, nel borgo sulle rive dell'Adda. Tra giovedì e domenica, il loro compito è servire questo grande classico della cucina di territorio, insieme a polenta e gorgonzola, salumi, formaggi vari ed altre specialità nostrane. Il tutto all'interno delle suggestive case matte di via Boneschi. Marta Aliprandi, vice presidente del Lions Club, l'ente organizzatore, dichiara: "La collaborazione con l'IIS "L. Einaudi" è ormai di lunga data e per noi preziosa. Nel tempo, si è instaurato un rapporto di reciproche stima e fiducia. Lo sforzo comune ha un fine benefico: il ricavato verrà devoluto ai terremotati ed a soggetti locali". In effetti, l'impegno dei ragazzi è notevole ed encomiabile, in quanto la collaudata manifestazione pizzighettonese, giunta alla nona edizione, prevede turni serali e notturni, cui si aggiungono il mattino ed il pomeriggio, nel fine settimana. Gli studenti non sono lasciati a se stessi: a seguirli, indirizzarli e - perché no? - bacchettarli, vi è infatti il docente tutor di sala e vendita, Michele Franzini, ex scolaro dell' "Einaudi". Con l'entusiasmo dei suoi 24 anni, il giovanissimo insegnante spiega con orgoglio: "Gli allievi sono veramente preparati ed all'altezza della situazione. Lo stanno dimostrando adesso più che mai, ma sono già stati messi alla prova con successo, in occasione della kermesse autunnale dei Fasulìn de l'óc cun le cudeghe tra le mura".





mercoledì 18 gennaio 2017

VISITA ALLA MOSTRA DEDICATA A "JANELLO TORRIANI"


Accompagnati dalle professoresse Barbara Bozzi, Anna Manara, Roberta Mangano, Patrizia Molino ed approfittando degli ultimi giorni di apertura, le prime A, B e la quarta B del corso grafico si sono recate, in tre mattine diverse, al Museo del Violino, per conoscere la figura di Janello Torriani (1500 - 1585), genio cremonese del Rinascimento. I ragazzi sono rimasti affascinati dalle mille sfaccettature di questo straordinario personaggio, che fu fabbro, orologiaio, astronomo, astrologo, matematico, ingegnere idraulico, costruttore e fonditore, tra l'Italia, la Germania, le Fiandre ed i paesi iberici, al servizio dell'imperatore Carlo V. Di grande impatto sugli studenti l'automa della contadina ed il virtual reality conclusivo, un video in 3D sui luoghi in cui Torriani operò.


Classe1Atg

Classe 1Btg

Classe 4Btg


martedì 17 gennaio 2017

#failadifferenzia




E, all'istituto "L. Einaudi", la raccolta differenziata diventa un gioco ed un concorso, in cui vince il più... brutto. Ma andiamo con ordine. Gianmario Anselmi, insegnante di religione e mente dell'iniziativa, spiega: "#failadifferenzia è stato da noi pensato come progetto pilota. Sarebbe utile poterlo estendere alle altre scuole cittadine, qualora si rendessero disponibili fondi ad hoc. 





Siamo stati indotti da un'esigenza precisa: in un passato recente, l' amministrazione comunale ci ha bacchettato per l'eccessiva produzione di indifferenziato. Nel corso del 2016, in collaborazione con Piero Lombardi di Linea Group Holding (LGH), siamo partiti con lo studio del problema e con la quantificazione dei rifiuti dell' "Einaudi". Col 2017, entreremo nel vivo, innanzitutto con una martellante campagna pubblicitaria. Le attività programmate - conclude Anselmi-  avranno una ricaduta positiva a livello igienico, in quanto le aule saranno più pulite, educativo, perché alunni ed adulti interiorizzeranno l'abc del rispetto ambientale, economico, visto che si eviteranno sanzioni salate".




 Nei corridoi e nei locali (sale, laboratori, etc.), saranno posizionati cartelli con le indicazioni. In punti chiave, saranno dislocati i bidoni, con i contrassegni colorati, realizzati dal corso grafico: giallo per la plastica, marrone per l'umido, verde per vetro e lattine, bianco per la carta e nero (nella legenda, al proposito, sta scritto: "che schifo!") per l'indifferenziato. Il materiale è stato visionato ed approvato da LGH, che considera il lavoro svolto estremamente curato ed interessante. Un plauso è arrivato pure dall'assessora Alessia Manfredini del Comune di Cremona, che ha dato il patrocinio. Nelle classi, si troveranno le istruzioni ed i raccoglitori bianchi e marroni. Quello nero, orrendo, è lasciato alla creatività dei ragazzi singoli o in gruppo: esso dovrà essere fotografato e postato entro il 28 febbraio su Instagram, usando #failadifferenzia. Il peggiore, ad insindacabile giudizio delle docenti Vittoria Attianese e Michela Balzarini, guadagnerà ai vincitori una visita didattica ad un impianto di smistamento dei rifiuti del territorio. I delegati degli studenti saranno a breve convocati nell'auditorium, per essere formati e rendersi successivamente tramite, per i compagni, delle direttive necessarie. Previsti bollini rossi per allievi e professori indisciplinati e/ o recidivi.

IL SENTIERO DELLA COSTITUZIONE

Chi ha mai adottato un articolo della Costituzione italiana? Probabilmente, nessuno. All'istituto "L. Einaudi", invece, lo faranno presto gli alunni di una delle classi dell'indirizzo sociale, con l'obiettivo di ideare azioni concrete, per rendere vivo il contenuto degli articoli scelti. 

prof.ssa Donata Ardigò
Il merito è di Donata Ardigò, insegnante di scienze umane, psicologia e referente per l'educazione alla cittadinanza, che dichiara: "Le tematiche della Costituzione sono sempre attuali. Riflettere su di esse con i ragazzi è fondamentale".  L'iniziativa  rientra nel progetto triennale, partito nel 2015, intitolato "Verso una didattica della Costituzione. Conoscere la Costituzione. Formare alla cittadinanza" dell'associazione "25 Aprile", guidata dall'ex senatore della Repubblica Giorgio Bergonzi, in collaborazione con l'Istituto Mantovano di Storia Contemporanea. Tra le proposte del programma del 2017, che cade nel 60° dal Trattato di Roma, la mostra "Il sentiero della Costituzione", a cura della Fondazione "Don Milani": si tratta di 45 pannelli, con testo e disegno, che illustrano altrettanti articoli della Costituzione e che stanno girando per le scuole cremonesi. Resteranno all' "Einaudi", fino al 20 gennaio. Previste, inoltre, sei giornate di studio aperte a tutti e rivolte in particolare ai docenti, ai quali sarà rilasciato un attestato di presenza. Gli incontri si svolgeranno presso l'aula magna del "Ghisleri", alle ore 16: 30. Questo il calendario: 17 e 24 gennaio ("Una Costituzione piena di bambini", Anna Sarfatti e "La Costituzione sul banco. Istruzioni per l'uso della Costituzione nelle scuole", Chiara Bergonzini), 24 febbraio ("L' educazione in contesti multiculturali", Massimiliano Fiorucci), 8 marzo ("Il diritto di voto alle donne in Italia ed in Europa", Maria Luisa Betri), 7 e 19 aprile ("La Costituzione come decisivo strumento di democrazia", Antonio D'Andrea e "Don Lorenzo Milani: la pedagogia degli esclusi e l'importanza della Costituzione", Luana Collacchioni a colloquio con Gennaro Lopez).

domenica 15 gennaio 2017

SEMIFINALE DEL "TEAM BELUGA" AL "VEGA CHAMPION 2017"

Ce l'hanno quasi fatta: il podio del concorso enogastronomico "Vega champion 2017" è sempre meno lontano per i tre ragazzi del "Team Beluga", targato "L. Einaudi", arrivato alla semifinale del 16 febbraio a Verona (mentre ad Altamura sono attesi gli studenti del Sud Italia). Ed è già un mezzo sogno, che si avvera. Del resto, nel 2016, la scuola, nonostante il ritiro nel momento clou della competizione, per il malore di un' alunna- lo stress da prestazione può giocare brutti scherzi- aveva comunque meritato un premio extra in attrezzature, non previsto dal regolamento, per la straordinaria qualità dell'antipasto proposto. Quindi, dita incrociate e tifo da stadio per Sara Rizzi di 5^ Be, Marco Sandrini di 5^ Ae ed Alan Grandini di 5^ Ab, ovvero due futuri cuochi ed un aspirante esperto di salabar, che, per l'occasione, hanno ideato il "Socat Cremona" (un tacos salato abbinato a salse) e lo speziato e coloratissimo cocktail "Gold Pepper". Il tema è infatti lo Street Food Gourmet, da realizzare con il badget Vega di 150 euro da spendere per le materie prime e per l'allestimento del tavolo per due persone. Volutamente defilati, ma al settimo cielo i docenti Cristian Fusco e Dionisi Zoppi, che, sperando in una rivincita, spiegano: "Partecipiamo di buon grado a tutte le iniziative, che consentano ai nostri allievi di crescere professionalmente e di arricchire il bagaglio di conoscenze, esperienze, competenze". In giuria, lo chef Roberto Valbuzzi, la barmaid Katerina Logvinova ed un selezionato cliente Vega.

Grandini, Rizzi, Sandrini


venerdì 13 gennaio 2017

Il bello della diretta: L'Einaudi a Cremona1

Quando si dice: il bello della diretta. Ne sanno qualcosa la vicepreside, tre docenti ed un paio di alunne del corso grafico dell’istituto “L. Einaudi”, che venerdì hanno partecipato alla trasmissione “Ore 12”. 




Davanti alle telecamere di Cremona 1, la vicaria Federica Gaboardi, le insegnanti Michela Balzarini, Barbara Bozzi, le studentesse Valentina Bevilacqua e Francesca De Brasi di 4^ B tg hanno risposto alle domande dell'affascinante conduttrice Nicoletta Tosato, per illustrare il progetto contro la dispersione scolastica “Me, Myselfie & I”. Vittoria Attianese, l’altra fondamentale ed imprescindibile realizzatrice della riuscita iniziativa, ha invece preferito il ruolo più defilato di reporter, per documentare fotograficamente l’insolita mattinata, da dietro i riflettori. 









“Me, Myselfie & I” è servito per rimotivare allo studio alcune ragazze a rischio di abbandono scolastico della media “Virgilio”. Pratica dell’autoscatto, ricerca in internet, impaginazione professionale sono state le “materie” del laboratorio, basato sul rapporto alla pari con le compagne delle superiori, per imparare a costruire buone relazioni interpersonali e ad interagire costruttivamente con i coetanei. Il prodotto finale è stato un opuscolo, che racconta, con testi ed immagini, personalità e passioni delle giovani protagoniste coinvolte.