Translate

lunedì 9 maggio 2022

APPLAUSI PER "MONSTER CHEF", LO SPETTACOLO CHE HA CONCLUSO IL LABORATORIO TEATRALE DELL'IIS "L. EINAUDI"

 Le divertenti battute di “Monster chef”, una scenetta in cui i clienti se la prendono con lo staff di un ristorante a causa del servizio scadente, hanno fatto il pieno di applausi e di risate, durante il saggio, che ha concluso il laboratorio teatrale dell'IIS “L. Einaudi”. A tenerlo è stato Federico Benna, che, oltre ad essere uno stimato prof. di Economia aziendale, è da sempre un attore apprezzatissimo. Presso la palestra della succursale di via Borghetto, una quindicina di studenti di terza e quarta sociosanitario hanno mostrato ai compagni, agli insegnanti ed alla preside Nicoletta Ferrari quanto appreso, negli ultimi cinque mesi, nel corso degli incontri settimanali di un'ora e mezza. Benna spiega: “Sicuramente il  teatro possiede una grande valenza educativa, perché riesce a favorire l'inclusione, a far emergere talenti e superare barriere. Nelle lezioni, abbiamo lavorato sull'uso della voce, sulla mimica, sulla gestualità e sull'interpretazione, principalmente attraverso dei giochi. L'esperienza si è chiusa con tanto entusiasmo e con il proposito, approvato dalla dirigente Ferrari, di riprendere l'attività e di potenziarla”. Uno dei momenti più esilaranti ed intensi si è avuto quando lo stizzoso regista ha preteso che gli attori recitassero la loro parte, ciascuno nella propria lingua o nel proprio vernacolo. Ne è nato un mosaico linguistico, con battute in italiano, rumeno, albanese, arabo, dialetti cremonese, bresciano, napoletano e siciliano, per sottolineare la ricchezza insita nelle diversità. Dal canto suo, Federico Benna, tra la correzione di una verifica e l’adempimento di un impegno scolastico, sta portando in giro due monologhi: uno comico intitolato "Scimmie di mare" ed uno serio, tratto dal romanzo "Spaccato in due” di Gianluca Firetti e don Marco D'Agostino. Quest’ultimo è dedicato alla storia di Gianluca, un ventenne che ha lottato per due anni contro un sarcoma osseo e che è morto nel 2015, pochi giorni prima della pubblicazione del suo libro, contenente un potente messaggio di speranza. Col gruppo “Spazio Mythos", Benna è invece in scena con "La Carne del Paradiso", una lettura del protovangelo di Giacomo, arricchito dalle canzoni dal vivo de "La buona novella" di Fabrizio De André. Prossima data sabato 14 maggio, alle ore 21, nella Chiesa di Castelverde.










martedì 3 maggio 2022

Premiati i migliori Loghi per l'Associazione Macusè

 Presso la sede Avis di via Massarotti, sono stati premiati gli allievi dell’indirizzo Tecnico grafico dell’IIS “L. Einaudi”, che hanno realizzato i migliori loghi per “Macusé APS” (con sede in via Tonani 9). I primi classificati sono Agata Puglisi di quinta B, Giulia Bonifacio di quarta B ed Alexandra Fiorella Istrate e Mario Pane di quarta A. I quattro vincitori hanno  ricevuto un albero a distanza da “Environomica” (partner del progetto) ed un biglietto per il prossimo evento, mentre la biblioteca scolastica si è arricchita di libri di design. “Macusé” significa “Ma cos'è?”, che è la domanda con cui un bambino si interroga, quando esplora e scopre la realtà che lo circonda. Si tratta di un'associazione di promozione sociale, sorta all'interno di “TEDxCremona”, l'organizzazione no profit, nata in California e di recente approdata nella nostra città, per merito, fra gli altri, di Elisabetta Zorza, insegnante “Einaudi” attualmente in maternità. L'obiettivo è diffondere e condividere idee significative (Ideas Worth Spreading) e rafforzare la cultura locale, attraverso laboratori, manifestazioni e le scuole. Ad applaudire i 72 ragazzi che hanno partecipato al concorso interno all'istituto, c'erano la preside Nicoletta Ferrari, la referente Michela Balzarini ed i docenti delle materie professionalizzanti (Vittoria Attianese, Veronica Orlando, Tito Magri, Elisabetta Perticari, Stefania Antonioli, Gloria Cisotto) accompagnati dai colleghi di sostegno delle classi interessate dall'iniziativa (Nadia Tavani, Erika Alberti, Annarita Aliberti ed Annalisa Criscione). Il presidente Andrea Mattioli ha rivendicato la scelta di rivolgersi agli studenti per valorizzare e stimolare la loro creatività, mentre Michela Balzarini ha dichiarato che l'esperienza, ruotata intorno ad un'attività concreta, ha suscitato grande entusiasmo negli alunni, li ha motivati nella prosecuzione dell'indirizzo di studi ed ha fornito loro un saggio di ciò che li attenderà dopo il diploma.




lunedì 11 aprile 2022

Le uova di Pasqua dell'IIS "L. Einaudi"

 

Per le uova vere, si sa, ci vuole la gallina, mentre a fare quelle di Pasqua sono capaci anche gli studenti del corso alberghiero dell’IIS “L. Einaudi”. L'idea è venuta, ancora una volta, al vulcanico prof. Di cucinai Giuseppe Micocci, che ha deciso di insegnare ai suoi alunni più grandi i segreti dei mastri cioccolatai. In effetti, dopo il webinar sulla colomba, in collaborazione con la pasticceria cremonese “Biancaneve”, aperta, in corso Garibaldi, proprio dall'ex einaudina Emanuela Arcari, qualche lezione sull’altra golosità pasquale tradizionale non guastava affatto. Micocci spiega: “La finalità è sempre la stessa: offrire agli allievi quante più competenze possibile, in vista del futuro lavorativo. Si tratta di un prodotto sul quale si stanno cimentando, tramite il mercato online, tanti chef e ristoratori di grido, che seguo sui social; mi è sembrato opportuno proporre l'esperienza ai ragazzi, che hanno imparato divertendosi”. È stato usato sia cioccolato al latte che fondente, con ripieno di pasta di pistacchio.  Didatticamente, è stato importante affrontare la tecnica del perfetto temperaggio, essenziale per ottenere un dolce di qualità. Le decorazioni e la verniciatura esterna con coloranti alimentari, nelle tonalità dell'oro, dell’argento e del verde, hanno fatto scatenare l’estro creativo e reso l'esito a dir poco scenografico. I risultati sono sicuramente professionali. Per tale ragione, il docente ed uno dei suoi pupilli, Simone Cervicato di quinta B eno, venerdì 8 Aprile, sono stati ospiti della rubrica gastronomica mensile di “Ore 12”, il programma televisivo dell’emittente locale Cremona 1, per mostrare, in diretta, i diversi passaggi della preparazione. Ed a fine trasmissione, non poteva mancare la degustazione, ad opera dei conduttori Nicoletta Tosato e Piero Brazzale: scontato aggiungere che i due presentatori hanno gradito. E tanto.



venerdì 1 aprile 2022

O CHEF STELLATO FEDERICO MALINVERNO DEL "CAFFÈ LA CREPA" DALL'IIS "L. EINAUDI"


Lo chef stellato Federico Malinverno del “Caffè La Crepa” di Isola Dovarese è stato nella succursale di via Borghetto dell’IIS “L. Einaudi”, per incontrare i ragazzi delle quinte eno e salabar, che, tra pochi mesi, conseguiranno il diploma alberghiero.

La lezione è stata organizzata dal prof. di cucina Giuseppe Micocci, che ha assistito all'evento insieme al collega di sala Michele Franzini. Malinverno ha spiegato il valore della Stella verde Michelin, meritata grazie ai piatti bio, realizzati con le materie prime provenienti dell’orto, dal vigneto e dal piccolo allevamento annessi al ristorante e presentati nella terza puntata di “Last week: la sostenibilità incontra l'eccellenza”, girata in collaborazione con Michelin, Mercedes ed Amazon (https://youtu.be/LofcNmobMfk). 

Ma non si è trattato di un intervento autocelebrativo. Malinverno ha dato l'impressione di non essersi adagiato sugli allori e di aver mantenuto i piedi ben piantati a terra. Malgrado l'innegabile successo dell’attività, infatti, il giovane cuoco parla ancora con la concretezza di chi non si sente arrivato e lavora senza grilli per la testa, con passione ed umiltà. Viene da qui la sottolineatura di obiettivi, indicatori e buone pratiche improntati a saggezza e buon senso, quali l’imperativo di avere sempre il locale pieno, il dogma della cura del cliente, anche di quello ancora bambino, e la necessità di studiare un menu intelligente, attento al lato economico, che non preveda scarti e che sappia coniugare tradizione ed estro creativo. A tale proposito, Malinverno ha parlato del suo bollito cremonese, che viene preparato con una cottura a bassa temperatura sottovuoto, a 75°: si tratta di una tecnica in grado di salvaguardare i nutrienti dell'alimento e di consentire un prezioso risparmio energetico, aspetto, quest’ultimo, non secondario, nella difficile congiuntura attuale, segnata dal conflitto russo ucraino. 


martedì 22 marzo 2022

WEBINAR SUL COMMERCIO INTERNAZIONALE ALL'IIS "L. EINAUDI" CON NICOLETTA DE BONA DELLA CCIAA DI CREMONA

 La Camera di commercio di Cremona è tornata all'IIS “L. Einaudi” con un webinar incentrato sugli scambi di mercato tra Stati. L'appuntamento è stato proposto agli alunni di prima A c, già alle prese con tematiche impegnative. Ospite dell'incontro di due ore, effettuato tramite la piattaforma Google Meet, è stata Nicoletta De Bona, responsabile dell'Ufficio commercio all'estero ed internazionalizzazione. Anna Adele Fioretti (referente dell'indirizzo storico della scuola di via Bissolati), Patrizia Cattani (insegnante di Economia aziendale) e Michele Talamo (docente di Sostegno) spiegano: “Si tratta di una nuova attività didattica, con la quale stiamo proponendo ai ragazzi una serie di approfondimenti. Puntiamo a favorire l' acquisizione di una competenza specifica nella gestione tecnica ed amministrativa dei rapporti economici mondiali. Siamo molto soddisfatti della risposta: gli studenti hanno seguito con attenzione e partecipato con alcune domande”. Durante la lezione online, l'esperta si è soffermata sull’evoluzione delle CCIAA e sulle sue peculiarità attuali. La De Bona è poi entrata nel vivo, parlando del suo settore professionale e degli enti che si adoperano affinché le imprese italiane possano avere successo anche al di fuori dei confini nazionali. Di particolare interesse i cenni riservati agli scenari, che si stanno delineando a livello europeo e globale.



lunedì 31 gennaio 2022

Il primo Monteore EInaudi è in memoria della Shoah

 Il primo monteore studentesco 2022 targato IIS "L. Einaudi" è stato interamente dedicato alla commemorazione della Shoah. Durante la mattinata del 26 Gennaio, alla vigilia della ricorrenza, gli allievi delle quarantasei classi dislocate nelle tre sedi delle vie Bissolati, Milano e Borghetto hanno visto film sull'Olocausto ed hanno disegnato cartelloni a tema. Gli alunni del biennio hanno potuto scegliere tra "Jojo Rabbit" e "La vita è bella", mentre i compagni più grandi tra "Le chiavi di Sara" e "Schindler's list". I ragazzi rappresentanti d’istituto Paolo Ciambrone, Luca Cutillo, Asia Dabrazzi ed Harvir Sing hanno concordato la rosa dei titoli e le successive attività di riflessione e di rielaborazione con la dirigente Nicoletta Ferrari e con le vicarie Paola Galimberti e Federica Gaboardi. Quest'ultima dichiara: "È stata un'esperienza  positiva, che ha registrato un boom di presenze. Gli assenti sono stati veramente pochissimi: la loro percentuale è stata pari al quattordici per cento".  Ma la soddisfazione maggiore si percepisce nelle parole degli organizzatori. Asia Dabrazzi di quarta B Grafica e comunicazione spiega a nome di tutti: "È stata una giornata interessante e coinvolgente. La sua progettazione non è stata per niente facile, a causa dei vincoli imposti dal Covid, che ci hanno costretto ad accantonare molte buone idee, ma ce l'abbiamo fatta. Visto il periodo, abbiamo voluto concentrarci sul genocidio attuato dal nazifascismo ai danni del popolo ebraico. È nostro dovere conservare la Memoria delle tragedie del passato, perché l'orrore non si ripeta mai più. I prodotti grafici realizzati ci hanno permesso di esprimere le nostre emozioni con creatività, di affrontare concetti storici ed etici in maniera alternativa e di abbellire le aule. Per il bis del secondo quadrimestre, ci piacerebbe puntare più in alto: sarebbe bello stendere un programma ricco, che favorisca la socializzazione e che comprenda tanti momenti all'aperto”.


Foto dell'indirizzo Tecnico Turismo